Riflessologia Plantare
Corso di Specializzazione Olistica
Riflessologia Plantare
Corso di Specializzazione Olistica
Durata del Corso biennale
 per ogni Anno Accademico:
  • otto weekend sabato e domenica
    Sede di Savona

 

  • tre Incontri di domenica
    oppure
    un Incontro intensivo in agosto
    Sede di Vicoforte (Cn)

La riflessologia plantare è una Disciplina Olistica che assume come punto di riferimento il piede, poichè in esso si trovano riflessi i vari organi, tessuti, articolazioni e ghiandole presenti nel nostro organismo.

Partendo da una meticolosa analisi del piede  e dall’attento ascolto del tema presentato dal Cliente si procedere con un trattamento in grado di risalire alle origini della  situazione disfunzionale e di agire, non soltanto sugli effetti, ma anche sulle sue cause della stessa.

Attraverso la corretta individuazione e stimolazione dei punti riflessi si può dare energia ad ogni parte del corpo.
Un buon trattamento al piede, prima di un massaggio, permette di allentare i punti di tensione, i quali, successivamente massaggiati, risulteranno meno congestionati e dolorosi.

Farà da cornice a questo Percorso Formativo, la Crescita Personale attarverso le teorie, gli strumenti e le comprensioni del Metodo Ihbes® (Integrative Holistic Body Emotional Sistem)

Il Corso di Specializzazione in Riflessologia Plantare è riconosciuto da A.I.P.O come Corso di specializzazione Olistica.

Destinatari

  • Persone interessate  alla Specializzazione Olistica in Riflessologia Plantare
  • Professionisti che desiderino ampliare o l’integrare le loro competenze nella Disciplina oggetto del Corso
Il Corso è a numero chiuso massimo 6 partecipanti

Iscrizioni

Per iscriversi al Corso si richiede colloquio conoscitivo e motivazionale

Per info e iscrizione Donata Pistone

  • E.mail: donyiome@gmail.com
  • Cell: 339 46 50 857

Iscizioni Anno Accademico 2020/2021 aperte da  dicembre 2019A

Approfondimenti

Questo Corso Biennale della Formazione Ulisse propone una metodologia fortemente eperienziale nella consapevolezza che le teorie presentate possono essere utili nella misura in cui sono interiorizzate ed elaborate nel vissuto personale del corsista: le teorie e gli strumenti tradizionali di insegnamento vengono consegnati al corsista attraverso l’esperienza per rafforzare e integrare una consapevolezza acquisita durante la concreta attività lavorativa.

Il corpo comunica: conoscerlo e comprenderne i segnali significa entrare in contatto con noi stessi e quindi essere disponibili ad incontrare l’altro.

Metodi

Per l’insegnamento teorico:

didattica formale interattiva, letture, gruppi di studio e ricerca.

Per la pratica eperienziale:

Pratica ed esperienze in aula

L’approccio della Formazione in Riflessologia Plantare è Olistico: corpo, mente e spirito sono considerati aspetti inseparabili nell’essere umano.

Il Programma Formativo

Il Percorso didattico è costituito da Unità Formative. (U.F.)
Le (U.F.) sono suddivise per aree in base alle competenze che sviluppano:
  1. Area di apprendimento e sperimentazione di teorie strumenti, tecniche della Riflessologia Plantare
  2. Area di sviluppo della comprensione del paradigma Olistico
  3. Area riguardante la Crescita Personale e lo sviluppo della Consapevolezza
  4. Area di sviluppo di competenze professionali
Nel paragrafo successivo descriviamo in cosa consistono dette Aree:

Area di apprendimento e sperimentazione di teorie strumenti, tecniche della Riflessologia Plantare

Argomenti trattati durante la Formazione

  • A conoscere e leggere il piede, la mappa del piede, dove sono gli organi, i visceri, le ghiandole, le articolazioni ecc.,
  • A riconoscere il significato dei segni nei piedi (calli, duroni ecc.),
  • Il significato della lunghezza e della stortura delle dita,
  • A massaggiare, con le varie tecniche i punti del piede,
  • A massaggiare i punti riflessi del piede e del corpo con il doppio scarico,
  • A trattare le zone di tensione e dolore nel corpo per ridare elasticità e ossigenazione ai tessuti.
  • A riconoscere i tessuti del corpo e al tatto sentire i vari tipi di somatizzazione,
  • Ad avere una buona capacità di ascolto, di rispecchiamento e di riformulazione per sostenere il Cliente nell’intorspezione e nella più profonda conoscenza di se stesso
  • A ristabilire il contatto tra il tessuto dolente (che ha una memoria) e l’emozione che un evento che ha scatenato, il tutto per ristabilire l’omeostasi naturale dell’organismo.
    Questa è la parte più affascinante e creativa di questo metodo: ogni persona ha la sua storia. Ognuno di noi è diverso e necessita di un appproccio personalizzato.
  • In sintesi si impara esserci, ascoltare, usare parole e modalità appropriate per fare il massaggio “con il cuore”.

Programma del primo anno

  • che cos’è la riflessologia plantare
  • che cosa rappresenta il piede
  • organi, visceri e ghiandole
  • come si lavorano i punti riflessi nel piede
  • come si lavorano i punti riflessi nel corpo, le dermalgie
  • il massaggio tensioriflesso
  • Le tensioni e il lavoro sul rachide, i metameri
  • Arti superiori e inferiori
  • Le 5 emozioni
  • Il colon
  • anatomia del corpo
  • Il corpo parla per noi e non mente mai
  • Il dialogo con il cliente durante il trattamento
  • Esercitazione pratica sul piede e sul corpo

Programma del secondo anno

  • Il piede e la psicosomatica
  • Che cosa significano i segni del piede.
  • Storture e altre deformazioni delle dita
  • Occhi e apparato genitale
  • Nel corpo: Punti speciali e a distanza.
  • la cervicale e le mani
  • dermatomeri e visceromeri,
  • massaggio in doppio scarico (corpo e piede)
  • i segni del viso
  • Quando il piede non ha segni: come fare? Cosa vado a lavorare?
  • Esame finale

Area di sviluppo della comprensione del paradigma Olistico

Olismo
La parola, insieme all’aggettivo Olistico, è stata coniata negli anni venti da Jan Smuts (1870-1950) – uomo politico, intellettuale e filosofo sudafricano, autore di Holism and Evolution (“Olismo ed evoluzione”) del 1926.
 Secondo l’Oxford English Dictionary, Smuts ha definito l’Olismo come “La tendenza, in natura, a formare interi che sono più grandi della somma delle parti “, un ente non è riducibile ai suoi aggregati.
Un tipico esempio di struttura Olistica è l’organismo biologico, perché un essere vivente, in quanto tale, va considerato sempre come un’unità-totalità non esprimibile con l’insieme delle parti che lo costituiscono.
 L’Olismo (dal greco όλος cioè “la totalità”) è una posizione filosofica basata sull’idea che le proprietà di un sistema non possono essere spiegate esclusivamente tramite le sue componenti. Nell’approccio Olistico si riconosce alla persona l’esigenza di operare su più livelli per produrre uno stato di integrità. Ogni aspetto, o “parte dell’individuo”, è correlato a tutte le altre e tutte si influenzano reciprocamente.

La visione Olistica dell’Esistenza, precedentemente detta Mistica, afferma che ciascuna identità è interconnessa ad ogni altra, in un Tutto organico e vivente che si manifesta nella Relazione.
 Il termine “Mistica” qui è interpretato, come anche in ambito Accademico, quale “Ricerca dell’Unità” per distinguerla dalla cosiddetta Mistica Psicologica (Visioni, Stigmate, Eventi eccezionali).

Il termine “Olos” non va inteso come il “Tutto indistinto” (in Greco Pan, da cui la parola “Panico”); non si tratta affatto dell’annullamento confusivo delle differenze. Olos è piuttosto “L’Intero” entro cui tutti gli Elementi coesistono in Relazione Originaria (Com-Unione) e si trovano raccolti.
La verità che “Non c’è un Io senza un Tu” e cioè che la Relazionalità del singolo con le altre Parti dell’Olos è l’Essenza stessa di ogni vita risulta di fatto innegabile.

La Mistica ha sempre affermato di alludere a quella “Verità che sta al di là delle singole opinioni”, senza per questo mancare di rispetto alla prospettiva personale, ossia alla Via che ciascun “Io” percorre nella vita e nella Ricerca, con tutte le prospettive che temporaneamente incontra.
 L’Olismo in quanto Cultura è Filosofia Antica ed attualissima si presta a divenire patrimonio collettivo in grado di porre al centro il grande tema della Responsabilità reciproca e della Co-appartenenza Essenziale ed Originaria di ciascuno con Tutte le Cose.
 L’Olismo è una Filosofia (uno sguardo sul mondo), cui però non basta l’aspetto puramente teorico; si tratta cioè di una Filosofia Pratica, Esperienziale. 
L’Esperienza dovrà confermare pienamente la Teoria e viceversa. 
Il mondo che sta nella nostra testa, dovrà aderire assolutamente al mondo che ci appare fuori, senza contraddizione o dualità: allora il “Sapere” sarà contemporaneamente un “Essere” e quest’Essere sarà Amore per il Mondo, per la Realtà delle cose; e non una pericolosa fuga in avanti, verso regni di pura fantasia.
La ricerca Olistica sviluppa consapevolezza, riguarda il raggiungimento del senso di integrità interiore, ci aiuta ad imparare a prestare attenzione ai pensieri, alle emozioni, alle percezioni e a tutto quello che accade dentro e attorno a noi determinando la frequenza in cui “vibriamo” nell’Universo.
 Sarà così possibile sviluppare un atteggiamento “armonico” rispetto agli eventi in cui ci coinvolgiamo assumendo quella che viene definita una visione Contemplativa della Esistenza.

 

Area riguardante la Crescita Personale e lo sviluppo della Consapevolezza

La crescita personale è la base fondamentale, sulla quale appoggiare qualsivoglia nozione, tecnica o approccio Olistico.
La Crescita Personale è conoscenza di Sé. 
Ne deriva la capacità di affrontare gli avvenimenti della vita, riconoscendone il peso reale, permette di accrescere la propria autonomia e autostima attraverso la conoscenza delle proprie capacità, ma anche dei propri limiti, consente di riconoscere le emozioni e di viverle senza esserne dominati. 
Ci permette di comprendere cos’è importante, quali sono le mete che desideriamo raggiungere e quali sono gli ostacoli che si frappongono tra noi e la realizzazione dei nostri desideri.
E’ la Crescita Personale che ci regala una qualità di vita migliore grazie a relazioni più soddisfacenti con il nostro prossimo e con noi stessi.

La crescita Personale è un processo che alcune volte può apparire faticoso o difficile, ma che nella Formazione Ulisse evitiamo diventi noioso utilizzando la creatività per proporre sempre esperienze nuove in grado di mantenere alto l’interesse e ridurre la fatica.

Il Metodo Ihbes® (Integrative Holistic Body Emotional Sistem)
L’approccio di questo Metodo è Olistico: corpo, mente e anima sono considerati aspetti inseparabili nell’essere umano.

Il Metodo Ihbes® rappresenta la teoria di base su cui si fonda la Crescita personale in questo Corso avendo come traguardo il raggiungimento del senso di ben-essere, continuità e integrità all’interno del corpo e della mente. 

Attraverso una serie di tecniche di esperienza verbale e corporea, il Metodo Ihbes® permette di rivisitare la propria storia personale e le vicende del vissuto relazionale; alla luce dei messaggi corporei presenti nel “qui e ora”, la persona può trovare soluzioni creative che permettano relazioni più soddisfacenti e una vita migliore.
 Interessante e di facile applicazione è la teoria degli strati dell’Io, una mappa che consente una lettura semplice e profonda del comportamento relazionale.

Area di sviluppo di competenze professionali

Normative in ambito istituzionale, giuridico e fiscale riguardanti il Professionista Olistico e il Counselor

  • Studio della legge 4/2013
  • Codice Deontologico A.i.p.o


Capacità Professionali
Creazione del proprio brand – Costruzione di una rete Professionale funzionale

Premessa

Lo scopo del Corso è insegnare una Tecnica, un’ Arte, ma soprattutto fare in modo che il Corsista ami così profondamente ciò che fa da rendere l’entusiasmo un valore aggiunto a ciò che, come professionista, potrà offrire al Cliente.
Parte fondamentale del Corso è acquisire una modalità relazionale e operativa che permetta al Cliente di trovare nuove soluzioni ai temi presentati e che lo aiuti a migliorare la qualità di vita.

Obiettivo del primo anno è quello di imparare a conoscere il piede e che cosa esprime attraverso la sua forma e i suoi segni.

Obiettivo del secondo anno e imparare ad andare oltre a quello che il cliente porta come vissuto.
Il corpo parla per noi e non mente mai, quindi è importante per fare un lavoro efficace, andare al di là delle parole e riconoscere i segni e quelle sfumature che possono essere significatibe, imparare ad avere un dialogo mirato con il cliente ma sopratutto con il suo corpo, in modo da promuovere un nuovo pensiero e un cambiamento/migliorameto anche dopo il trattamento.

Conoscenze – Abilità – Competenze – EQF

Il programma didattico della Formazione Ulisse si orienta secondo le prescrizioni europee le quali prevedono che a partire dal 14 febbraio 2008 per ogni qualifica rilasciata in Europa può essere identificato il corrispondente livello di EQF.  
Il quadro europeo delle qualifiche, in inglese “European Qualifications Framework” (generalmente abbreviato in EQF) è un sistema che permette di confrontare le qualifiche professionali dei cittadini dei paesi europei. 
Per “qualifica” si intende una certificazione formale rilasciata da un Ente competente a conclusione di un percorso di Formazione.
L’EQF adotta un sistema basato sui risultati di apprendimento ottenuti alla fine del percorso di formazione. 
I risultati di apprendimento sono definiti in termini di Conoscenze, Abilità e Competenze che rappresentano la base di formazione per il proseguimento dell’apprendimento nel quadro dell’educazione e della formazione permanente.

Le varie (U.F.) della Formazione Ulisse sviluppano:

  • Conoscenze: indicano il risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento. Le conoscenze sono l’insieme di contenuti, principi, teorie e pratiche, relative a un settore di studio o di lavoro; le conoscenze sono descritte come teoriche e/o pratiche.
  • Abilità: indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare capacità per portare a termine compiti e risolvere problemi; le abilità sono descritte come cognitive (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali, strumenti).
  • Competenze: indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale; le competenze sono descritte in termine di responsabilità e autonomia.

Le conoscenze e le abilità che una persona consegue contribuiscono a costruire le competenze che non ne costituiscono solo la somma, ma implicano un valore aggiunto: costituiscono “sapere agito” 
Si tende ad insegnare per Competenze perché:

  • sono il significato e lo scopo per cui si apprende
  • permettono all’allievo di far fare esperienza
  • sono ciò che resta dopo che si è dimenticato tutto ciò che si è imparato

Le varie (U.F.) della Formazione Ulisse descritte precedentemente, permetteranno lo sviluppo di specifiche conoscenze, abilità e competenze.
Descriviamo qui quali sono, come sono insegnate e in che modo se ne verifica l’apprendimento:

Conoscenze, Abilità e Conoscenze 
che si sviluppano dalle Aree previste nel programma didattico della Formazione Ulisse

  1. Area di apprendimento e sperimentazione di teorie strumenti, tecniche della Riflessologia Plantare
  2. Area di sviluppo della comprensione del paradigma Olistico
  3. Area riguardante la Crescita Personale e lo sviluppo della Consapevolezza
  4. Area di sviluppo di competenze professionali

 

Area di apprendimento e sperimentazione di teorie strumenti, tecniche della Riflessologia Plantare

COMPILARE DA DONATA: indica per ogni insegnamento se è una conoscenza, un abilità o una competenza e spiega come viene insegnata e verificata

A conoscere e leggere il piede, la mappa del piede, dove sono gli organi, i visceri, le ghiandole, le articolazioni ecc.,

A riconoscere il significato dei segni nei piedi (calli, duroni ecc.),

Il significato della lunghezza e della stortura delle dita,

A massaggiare, con le varie tecniche i punti del piede,

A massaggiare i punti riflessi del piede e del corpo con il doppio scarico,

A trattare le zone di tensione e dolore nel corpo per ridare elasticità e ossigenazione ai tessuti.

A riconoscere i tessuti del corpo e al tatto sentire i vari tipi di somatizzazione,

Ad avere una buona capacità di ascolto, di rispecchiamento e di riformulazione per sostenere il Cliente nell’intorspezione e nella più profonda conoscenza di se stesso

A ristabilire il contatto tra il tessuto dolente (che ha una memoria) e l’emozione che un evento che ha scatenato, il tutto per ristabilire l’omeostasi naturale dell’organismo.
Questa è la parte più affascinante e creativa di questo metodo: ogni persona ha la sua storia. Ognuno di noi è diverso e necessita di un appproccio personalizzato.

In sintesi si impara esserci, ascoltare, usare parole e modalità appropriate per fare il massaggio “con il cuore”.

 

che cos’è la riflessologia plantare

che cosa rappresenta il piede

organi, visceri e ghiandole

come si lavorano i punti riflessi nel piede

come si lavorano i punti riflessi nel corpo, le dermalgie

il massaggio tensioriflesso

Le tensioni e il lavoro sul rachide, i metameri

Arti superiori e inferiori

Le 5 emozioni

Il colon

anatomia del corpo

Il corpo parla per noi e non mente mai

Il dialogo con il cliente durante il trattamento

Esercitazione pratica sul piede e sul corpo

 

Il piede e la psicosomatica

Che cosa significano i segni del piede.

Storture e altre deformazioni delle dita

Occhi e apparato genitale

Nel corpo: Punti speciali e a distanza.

la cervicale e le mani

dermatomeri e visceromeri,

massaggio in doppio scarico (corpo e piede)

i segni del viso

Quando il piede non ha segni: come fare? Cosa vado a lavorare?

 

Area di sviluppo della comprensione del paradigma Olistico

conoscenza del paradigma Olistico e delle teorie di base della Formazione Ulisse
Insegnamento: lettura di dispense e testi – insegnamenti teorici in aula
Verifica: verifica di apprendimento orale e/o scritta

conoscenza di tecniche di meditazione e di esercizi di sensibilizzazione sensoriale
Insegnamento: lettura di dispense e testi – insegnamenti pratici in aula – sperimentazione in aula
Verifica: sperimentazione in aula dell’apprendimento

abilità nell’utilizzo di attenzione, percezione, respiro, suono
Insegnamento: sperimentazione in aula
Verifica: sperimentazione in aula dell’apprendimento

abilità nel raggiungere e mantenere la Consapevolezza in svariati eventi dell’esistenza
Insegnamento: condivisione di esperienze in aula e nella quotidianità
Verifica: osservazione del comportamento – supervisione didattica

abilità nel rimanere in Presenza da soli e nelle relazioni
Insegnamento: esperienze in aula
Verifica: osservazione di abilità relazionali nel gruppo

competenza attraverso strumenti olistici di migliorare la qualità di vita e relazionale del cliente
Insegnamento: lettura di dispense e testi – insegnamenti teorici in aula – sperimentazione in aula – Role playing formativo
Verifica: osservazione di esperienze in aula

 

Area riguardante la Crescita Personale e lo sviluppo della Consapevolezza

conoscenza delle teorie del Metodo Ihbes® 
Insegnamento: lettura di testi e dispense – insegnamenti teorici in aula – dialettica maieutica
Verifica: verifica di apprendimento orale e osservazione del comportameto

abilita nell’uso della respirazione consapevole
Insegnamento: lettura di testi e dispense – esercizi di respirazione consapevole
Verifica: osservazione del raggiungimento dei risultati richiesti

abilita nel raggiungere e mantenere una buona consapevolezza emotiva e corporea
Insegnamento: esercizi sensoriali e di percezione in aula – condivisione
Verifica: osservazione del raggiungimento della consapevolezza richiesta

abilità introspettive e messa in discussione di idee, pregiudizi e convinzioni limitanti
Insegnamento: lettura di testi e dispense – esercizi di introspezione in aula – dialettica maieutica
Verifica: osservazione del comportamento specialmente in situazioni nuove

abilità di relativizzare la propria storia personale
Insegnamento: Autobiografia emotiva – esercizi di introspezione in aula – dialettica maieutica
Verifica: osservazione del comportamento

competenza nel rimanere fedeli a se stessi e contemporaneamente stare in relazione
Insegnamento: lettura di testi e dispense – esercizi di introspezione e relazione in aula – dialettica maieutica
Verifica: osservazione del comportamento relazionale

 

Area di sviluppo di competenze professionali

conoscenza dell’ambito istituzionale e giuridico della Professione e della deontologia del Professionista Olistico in osservanza della legge 4/2013
Insegnamento: studio dei codice deontoligico – della legge 4/2013 – acquisizione di informazioni fiscali
Verifica: verifica di apprendimento orale e/o scritta

competenza nel creare una rete con altri Professionisti
Insegnamento: Supervisione della fase di tirocinio in cui si sviluppano sinergie sul territorio con altro Professionisti
Verifica: descrizione orale/scritta della rete professionale costruita

 

 

1 – Location

Il Corso biennale di Specializzazione Olistica in Riflessologia Plantare si svolge:

  • per quanto riguarda le lezioni  teorico pratiche di riflessologia plantare presso Studio Miprendocuradite di Donata Pistone  via XX Settembre 16/3 Savona
  • per quanto riguarda gli Incontri di Crescita personale e Relazionale presso Agriturismo Terra di Tara via Chiarole 20 Vicoforte (Cn)
2 – Riconoscimenti

Questo Corso della Formazione Ulisse e riconosciuto da A.i.p.o Associazione Professionale di Categoria ai sensi della Legge 14 gennaio 2013, n. 4. che disciplina le Professioni non organizzate in ordini o collegi come Corso di Specializzazione Olistica

A.i.p.o è membro del Coordinamento Libere Associazioni Professionali (CoLAP)

3 – Certificazioni ottenibili:
  • Attestato di Specializzazione Olistica in Riflessologia Plantare
4 – Criteri di ammissione

Il Corso di Specializzazione Olistica in Riflessologia Plantare è fruibile da:

  • Persone interessate  alla Specializzazione Olistica in Riflessologia Plantare
  • Professionisti che desiderino ampliare o l’integrare le loro competenze nella Disciplina oggetto del Corso

E’ richiesto colloquio conoscitivo e motivazionale

Modalità di ammissione

  • Il Corso e a numero chiuso. Sono ammessi al massimo 6 corsisti.
  • L’eventuale inserimento di nuovi Corsisti sarà possibile, in alcuni periodi durante l’anno accademico, stabiliti dalla Direzione Didattica.

Iscizione

La Domanda d’iscrizione deve essere compilata dall’apposito Form e prevede la consapevole presa visione di tutti i Programmi e le Condizioni di Partecipazione riguardanti il Corso della Formazione Ulisse in oggetto presenti su questo Sito.

Una volta accettata la Domanda di Iscrizione da parte della Direzione Didattica della Accademia di Tara la stessa avrà durata e valore per tutto il Percorso Formativo o finché non sia comunicata eventuale domanda di recesso da parte del Corsista.
Il Direttore della Accademia di Tara in accordo con il Direttore Didattico e il Collegio Docenti, si riserva di sospendere temporaneamente o definitivamente il Corsista dalla partecipazione ai Corsi qualora ritenga vengano a mancare i requisiti richiesti

5 – Monte ore di Formazione – Crediti Formativi (C.F.) – Assenze

Il Corso biennale di Specializzazione Olistica in Riflessologia Plantare è strutturato in Moduli per un totale complessivo di 375 ore, come richiesto da A.I.P.O  per la Specializzazione Olistica, che corrispondono ad altrettanti Crediti Formativi C.F. così suddivisi:

  • 256 ore di Formazione teorico-esperienziale in gruppo (256 C.F.)
  • 48 ore di Crescita personale e relazionale in gruppo (48 C.F.)
  • 71 ore Tirocinio supervisionato (71 C.F.)

Moduli di Formazione

Per ogni anno accademico (gennaio – dicembre) sono previsti:

  • 8 Moduli di Formazione nella sede di Savona il sabato (ore 9,30) alla domenica sera (ore 18 circa) una volta al mese (con il rilascio di 16 C.F.)
  • 3 Moduli di Formazione nella sede di Vicoforte (CN) la domenica (ore 9,30 – 18 circa) (con il rilascio di 8 C.F.) oppure 1 Modulo di Formazione intensivo dal venerdì alla domenica sera (ore 18,30 circa) nel mese di agosto (con il rilascio di 24 C.F.)

Assenze

Il buon esito della Formazione, la Crescita Personale e Professionale è legata alla frequentazione degli Incontri programmati. E’ possibile essere assenti, senza costi aggiuntivi, ad un massimo di un Modulo di Formazione teorico-esperienziale e personale in gruppo per ogni anno accademico.
I Moduli non frequentati nel Biennio (purché in numero inferiore o pari a due) potranno essere recuperati, in modalità da stabilirsi caso per caso, senza ulteriori costi.

Retta 2019:
  • Modulo di Formazione teorico-esperienziale in gruppo di due giorni sede di Savona Euro 180
  • Modulo di Formazione di Crescita personale e relazionale in gruppo di un giorno Sede di Vicoforte Euro 120
  • Modulo di Formazione intensivo di Crescita personale e relazionale in gruppo di tre giorni Sede di Vicoforte Euro 300
  • Ai fini della fatturazione va aggiunta, agli importi indicati, riv.Inps 4% e bollo di euro 2
Il Primo Modulo va saldato all’atto dell’iscrizione le  altre quote di partecipazione potranno essere saldate di persona in contate, con carta di credito, bancomat, assegno o a seguito ricevimento fattura con bonifico bancario.

Per quanto riguarda i Moduli di Formazione nella sede di Vicoforte la Retta comprende:

  • Utilizzo di cucina attrezzata per la preparazione dei pasti lasciati in autogestione al Gruppo
  • Navetta per spostamento da Mondovì Stazione Ferroviaria ad Agriturismo Terra di Tara Vicoforte

Sono esclusi dalla Retta:

  • Quota di rimborso spese per pernottamento in Agriturismo (10 euro)
    • In alternativa, per chi desiderasse più Privacy, possibilità di pernottamento in strutture vicine in camera singola o doppia con costo di euro 30/45 per persona a notte
8 – Materiale didattico

Sono disponibili sul sito www.accademiaditara.info, in area riservata, le dispense riassuntive dei modelli teorici di riferimento. Sono inoltre individuati testi consigliati.

Donata Pistone

Laureata in Sociologia presso Libera Università di Urbino
Operatore tecniche massaggio orientale rilasciato da EN.FOR.MA
Massaggiatore e capo bagnino degli stabilimenti idroterapici MCB
(Art.1 R.D. 1334 31/05/1927 Art. 99 R.D. 1265 27/07/1934 art. 1 DPR 10 15/01/1972)
Master Reiki Metodo Usui.
Consulente Relazionale-Olistico – Counselor Relazionale
Formatore presso Accademia di Tara

Sergio Siccardi

Consulente Relazionale-Olistico – Counselor Relazionale Trainer e Supervisor
Iscrizione al Registro Nazionale di Categoria Professionale AssoCounseling n° A0736

Iscrizione al Registro Nazionale di Categoria Professionale A.I.P.O n° 504
Membership Certificate EAC Member n. ITA0057

Gestalt Counselor

Trainer In Metodo Ihbes® (Integrative Holistic Body Emotional Sistem)

Presidente Comitato Scientifico di A.I.P.O
Direttore Accademia di Tara

Trainer e Responsabile didattico Formazione Ulisse

Formatore in diverse scuole di Counseling

Mariangela Vinai 

Consulente Relazionale-Olistico
Iscrizione al Registro Nazionale di Categoria Professionale A.I.P.O n° 978
Trainer In Metodo Ihbes® (Integrative Holistic Body Emotional Sistem)

Collabiratrice Comitato Scientifico di A.I.P.O
Vice Direttore Accademia di Tara

Trainer Formazione Ulisse


Sedi

Per lezioni Teorico/Pratiche 
di riflessologia plantare
Studio di Massoterapia
Mi prendo cure di Te
Savona
Per Incontri di Crescita Personale
Accademia di Tara
Vicoforte – Cuneo

CONTATTA L'ACCADEMIA PER SAPERE DI PIÙ SUl CORSO DI

SPECIALIZZAZIONE OLISTICA IN RIFLESSOLOGIA PLANTARE

Contatto diretto Donata Pistone

Tel: +393394650857

Email: donyiome@gmail.com

Contact PersonContattaci con WhatsApp

Accademia di Tara

Email: info@accademiaditara.info

Tel: +393293091505

Richiedi informazioni via email compilando il form