dal-suono-alla-coscienza-01

Dal Suono alla Coscienza

Mi ha risvegliata il suono degli uccelli stamattina, così forte all’alba di un nuovo giorno.

Così sono rimasta in ascolto, ho lasciato entrare l’emozione, le ho dato il tempo di riempiere ogni cellula, di espandere il mio respiro, di sentire nel cuore, ogni singolo suono.

Il Suono mi trasmette l’infinito, mi ricorda chi sono, mi quieta, mi racconta, il Suono mi nutre.

Il suono, al principio di ogni cosa, all’inizio del Tempo, il suono della Vita, il suono di una parola d’amore, il suono che vibra e racconta, il suono che viene percepito e trasforma informando la Coscienza, il Suono è Vita.

Questa sensazione non può più essere altro o diversa dalla Vita che voglio vivere.

Se io la posso sentire, far risuonare in me, immaginare, allora la posso vivere.

Così accade, l’Informazione arriva, non la voglio più fermare.
Il mondo è un suono confuso, che piano piano si accorda al mio sentire, al mio percepire, al mio pensare.

Il mondo è un suono da accordare dentro di me, come se fossi il preciso, sottile, funzionale, sistema di accordatura di uno strumento musicale.

Così, dal canto degli uccelli e dalla gratitudine per quella meraviglia nella quale mi sono lasciata immergere, lasciandomi attraversare e condurre nella totalità delle mie cellule, ho dato vita ad un pensiero nuovo nato dal Suono.

L’ho nutrito e lasciato andare nel mondo come si fa con un figlio, per farlo crescere affinché sia portatore di un messaggio necessario e finalmente diverso, oggi, da tutti gli altri.

Un pensiero In grado di risuonare in altri pensieri come un diapason, nella Coscienza in cui tutti siamo immersi, della quale non siamo “altro”.

Se lo senti arrivare, accoglilo nel tuo cuore, lascialo risuonare in Te, respiralo nelle tue cellule, riempilo di meraviglia, di bellezza, riaccordalo e rilascialo andare, pieno di amore, nel mondo.

Condividi!